€ 19.00

Il romanzo di Lillina Saia “Volontà Venduta” è una prosa disinvolta che alterna uno stile Novecento-primi decenni del Terzo Millennio a una lingua che coraggiosamente inserisce cadenze e termini dialettali per necessità di dover raccontare. La trama narra una vicenda in una Sicilia che appare arretrata, anni Cinquanta-Sessanta. Aleggia una situazione fantascientifica di un Paese con regime, dove sono presenti nuovamente le “case chiuse” e il libero amore. Poi arrivano le epidemie e i lazzaretti; e allora la denuncia della Saia diventa politica e sociale. Nel merito della storia dei protagonisti, l’autrice rende la “vittima”, Mirella, un personaggio vero e dolente, facendola esprimere in modo petulante e ingenuo, ma, sorretta dalla sua moralità, incassa i colpi per salvare la famiglia. Presenta il marito, d’altra parte, come la personificazione del “male”. Il finale è melodrammatico. Il marito, pentito e malridotto nel fisico e nello spirito, è perseguitato da un fatale soliloquio: “Quello che in vita si dà, in vita si riceve!”.

Dello stesso autore

Non risultano ulteriori libri disponibili.

Recensioni Clienti (0)

Non ci sono ancora recensioni

Scrivi la tua recensione

Riceverai una mail per confermare il tuo indirizzo e il messaggio inserito. L'IP registrato è 54.196.2.131